Una corretta respirazione: una sana abitudine

//Una corretta respirazione: una sana abitudine

Una corretta respirazione: una sana abitudine

Una corretta respirazione si dimostra una sana abitudine da rivalutare per mantenere non solo salate ma aumentare la nostra presenza mentale.

Un’altra sana abitudine!

Oggigiorno la maggioranza della popolazione si dimostra più attenta alla propria salute rispetto a diversi anni fa. Molte persone cercano di seguire una dieta equilibrata, molti una dieta vegetariana, altri cercano di mantenere il loro corpo in movimento, ecc. Nonostante queste siano tutte ottime abitudini da prendere ne esiste una che precede tutte quelle sopra descritte e che, per la sua naturalezza e spontaneità, viene sottovalutata: una corretta respirazione.

Per molti una pratica scorretta.

Nonostante il respiro sia la nostra fonte vitale, è incredibile vedere come molte persone non sappiano eseguire una corretta respirazione. L’essere umano la considera una delle tante funzioni automatiche del nostro organismo. Infatti, le ricerche dimostrano che la maggior parte delle persone respira al massimo al 20% della propria capacità polmonare soprattutto a causa di una mancata consapevolezza della funzione del diaframma. Questa scorretta abitudine è fonte di non poche conseguenze sul nostro organismo.

Riscopriamo il diaframma.

Come tutti voi sapete la respirazione è permessa dai polmoni che si espandono e si ritraggono grazie al movimento di un muscolo (il diaframma) situato subito sotto i polmoni che separa la zona toracica da quella addominale. Quando contraiamo il diaframma, esso si abbassa e permette ai polmoni di aprirsi e accogliere l’aria ossigenata e durante l’espirazione il diaframma si alza, facendo contrarre i polmoni e favorendo la fuoriuscita dell’aria.

Effetti positivi di una corretta respirazione

Una corretta respirazione, quella che viene appunto definita diaframmatica, ha molteplici effetti positivi sul nostro organismo, apporta una maggior quantità di ossigeno al nostro cervello, riduce i battiti cardiaci e quindi ha un diretto influsso sull’ ansia e agitazione e già questo non mi sembra poco. Inoltre, tra gli effetti positivi della respirazione profonda ci sono: recupero dell’energia, eliminazione delle tossine, aumento dell’autostima e della capacità di concentrazione, aumento delle difese immunitarie e rallentamento del processo di invecchiamento. Il controllo del respiro ci può aiutare a mantenere il giusto stato emotivo per affrontare le diverse situazioni. Chi pratica qualche disciplina orientale (yoga, thai chi, reiki, ecc.) sa che una delle prima cose su cui si lavora è proprio la valutazione del proprio respiro e sull’acquisizione della respirazione diaframmatica.

E tu, ti sei mai chiesto/a come respiri? Se il tuo modo è corretto? Quali effetti ha la respirazione sul tuo stato emotivo, sulla tua concentrazione e sul tuo rendimento?

Osserva il tuo respiro (breve test)

Abbandona per un attimo la lettura e porta l’attenzione sul tuo respiro, prova a mettere le mani sul ventre e inizia a respirare. Ora nota se la tua respirazione è alta (coinvolge solo la zona toracica) o è bassa (coinvolge la zona addominale). Osservala solo per qualche secondo…non giudicarla, osserva e basta.

Bene…ora prova a modificarla seguendo le indicazioni:

Inspira profondamente dal naso e porta la respirazione fino al ventre (noterai che si gonfierà un po’) e successivamente alla zona toracica, a polmoni pieni trattieni il respiro qualche secondo e infine espira profondamente fino a svuotare completamente i polmoni (sempre dal naso). Mi raccomando ricordati di utilizzare il diaframma.

Ora prova a fare alcune respirazioni in questo modo seguendo i tuoi ritmi e valuta il tuo stato. Allora come ti senti? Bene…vero? Ricorda che la respirazione è uno strumento molto efficace per il tuo benessere e la tua salute, come dice Thich Nhat Hanh  (maestro zen vietnamita, candidato al premio Nobel per la pace, insegnante e guida del vivere consapevole):

Ricordate, quando inspirate portando ossigeno ai vostri polmoni questo è un atto di guarigione, non fatelo meccanicamente, fatelo con il 100% di voi stessi, consapevoli che è una pratica di amore di cura.

(Ti consigliamo il suo libro Il Miracolo della presenza Mentale dove spiega come utilizzare il respiro come strumento di consapevolezza)

Un momento di riflessione per aumentare il livello di consapevolezza!

Ora, dopo aver letto l’articolo, pensi di essere tra quelli che praticano una corretta respirazione o no? Quali sono le tue riflessioni sull’argomento? Qual è la tua personale esperienza?

Ps. Ci interessa molto conoscere il tuo pensiero, quindi ti invitiamo a scriverlo qui sotto! Il confronto è sempre un’occasione di crescita! Grazie.

Se ti è piaciuto il nostro articolo ISCRIVITI alla nostra newsletter, riceverai da subito 2 OMAGGI di benvenuto, informazioni utili e pratiche per la tua crescita e i nostri aggiornamenti (per non perderti le novità!!!!) …non ti preoccupare non facciamo SPAM…lo detestiamo quanto te!

 

Iscriviti e ricevi gratuitamente 10 Passi (e-book) e la meditazione Yoga Nidra

Iscrivendoti a questo programma acconsenti ad essere inserita/o nelle nostre mailing list, accettando la Policy Privacy. Abbiamo cura dei tuoi dati, potrai modificarli o cancellarli in qualsiasi momento…

* campi richiesti
Qui puoi visionare la Policy Privacy

Non ti preoccupare… detestiamo lo spam quanto Te!

By |2018-09-08T17:15:29+00:00maggio 25th, 2017|Meditazione|0 Comments

About the Author:

Sonia
Frase preferita La gentilezza delle parole crea fiducia. La gentilezza dei pensieri crea profondità. La gentilezza dei doni crea amore Lao-Tzu

Leave A Comment