Questo articolo è stato aggiornato il 6 Novembre 2020

Come formulare critiche costruttive? Se stai cercando una risposta efficace, prosegui la lettura e scopri i 4 steps da applicare in ogni occasione.

L’intelligenza non teme il confronto, lo ricerca!

M.i.C.

Nel precedente articolo su come gestire le critiche ci siamo messi dalla parte di coloro che ricevono le critiche, valutando alcune strategie utili per gestirle in modo efficace sia in ambito privato sia in quello professionale, per trasformarle in valide occasioni di crescita.

In questo nuovo articolo proveremo a metterci dalla parte di coloro che invece, per motivi talvolta legati al ruolo svolto (genitori, coordinatori, responsabili, educatori, ecc.) sono obbligati a formulare critiche costruttive con l’intento di portare l’altro verso un cambiamento positivo.

Col tono giusto si può dire tutto, col tono sbagliato nulla: l’unica difficoltà consiste nel trovare il tono.

George Bernard Shaw

Il tono fa una grande differenza

Partiamo dal presupposto che formulare critiche costruttive non sia semplice ma estremamente utile in moltissime situazioni.

Chi di voi non si è mai trovato nella situazione di dover fare una critica ad un familiare, collega, figlio e non sapere proprio come gestire il confronto? Oppure ottenendo l’esplosione di un vero conflitto relazionale?

La modalità con cui viene formulata una critica è molto importante e può fare la differenza nel raggiungimento dell’obiettivo prefissato. Sicuramente avrete notato che non è così facile trovare persone capaci di formulare critiche costruttive anche se mosse dalle migliori intenzioni. Questa carenza, alla lunga, si rivela una problematica da non sottovalutare soprattutto in ambito lavorativo ma non solo.

Come formulare critiche costruttive in 4 steps.

Formulare critiche, gestire il conflitto, relazionarsi e comunicare sono tutti aspetti fondamentali nella vita di tutti i giorni dai quali non possiamo esimerci senza creare problemi ancor più grandi.

Vediamo insieme quali possono essere i 4 steps pratici da mettere in atto la prossima volta che dovrai formulare critiche costruttive:

Non abbattere l’autostima dell’altro: non è un duello!

Quando devi formulare critiche costruttive ricorda che, davanti a te hai una persona che dal tuo intervento dovrà trovare spunti per il miglioramento. A tal proposito ricorda che è fondamentale non minare la sua autostima. Prima di sottolineare la parte critica riconosci i meriti del tuo interlocutore questo ti consentirà di stabilire un clima più favorevole durante il confronto. La persona, vedendo riconosciuto il proprio valore, sarà maggiormente predisposta all’ascolto e al cambiamento positivo.

Concentrati sul problema NON sulla persona

Evidenzia ciò che non va, cercando di far capire all’altro qual è il comportamento indesiderato e soprattutto proponi alla persona il cambiamento che secondo te risulta maggiormente efficace, ad esempio: Sarebbe stato più efficace fare questo anziché quello, la prossima volta potresti fare così.

Ascolta le ragioni dell’altro

Nel formulare critiche costruttive è importante dare spazio anche all’altro, quindi individuato il problema prova ad ascoltare le motivazioni, i dubbi e le domande che si presume sorgano dal tuo interlocutore. Comprendere le ragioni dell’altro, applicando un ascolto attivo, può aiutarti moltissimo nella fase successiva.

Concludi con positività

Concludere il confronto in modo positivo è importantissimo nel rendere efficace il tuo intervento. Alla fine dell’incontro, tu e il tuo interlocutore dovrete lasciarvi in una dimensione di possibilità di crescita e miglioramento per entrambe.

In questo caso, oltre a ricorrere all’empatia, potrebbero esserti utili frasi come queste: Conto molto su di te, sono certo che se farai in questo modo avrai un risultato favoloso, l’attuazione di questo comportamento porterà grandi vantaggi ad entrambe, ecc.

Ciascun volto è il simbolo della vita. E tutta la vita merita rispetto. È trattando gli altri con dignità che si guadagna il rispetto per sé stessi.

Tahar Ben Jelloun

Formulare critiche costruttive: alcuni consigli

Alla base di ogni relazione ci deve essere sempre il rispetto dell’altro, quindi oltre ad applicare correttamente i 4 steps e altrettanto importante:

Prestare attenzione ai termini;

Spesso chi deve formulare critiche costruttive non considera adeguatamente l’effetto che alcune parole hanno su chi ascolta.
Per esempio, sostituire la parola colpa con il termine responsabilità, utilizzare il noi piuttosto che l’io, possono essere piccoli accorgimenti in grado di fare una grande differenza sull’esito della comunicazione;

Non confondere l’autorevolezza con l’autorità

Ogni essere umano acquisisce autorità quando si dimostra assolutamente convinto di ciò che fa.

Paulo Coelho

Affinché il tuo intervento abbia l’efficacia sperata sul tuo interlocutore, ricorda che devi essere autorevole e non autoritario.

Sottolineare continuamente il ruolo, l’eventuale posizione gerarchica superiore, pensare di avere tutte le risposte potrebbero non essere le giuste modalità d’approccio nella conversazione, specialmente se si intende formulare critiche costruttive.

Gestisci l’aspetto emotivo

Se vuoi che la critica venga percepita in modo positivo, come base da cui partire per migliorare è importante valutare anche il tuo stato emotivo. Se ti trovi in uno stato emotivo “negativo” (rabbia, frustrazione, ansia, ecc.) o ti accorgi che il tuo interlocutore è in una condizione poco favorevole alla conversazione, puoi decidere di rimandare ad un secondo momento la conversazione.

Per concludere

Consapevoli che la teoria sia importante ma inutile se non unita alla pratica, ti invitiamo ad applicare i 4 steps per formulare critiche costruttive, ricordando che impostando un sano confronto c’è sempre l’opportunità di crescita per entrambe le parti.

Il solo vero errore è quello dal quale non si impara nulla.

John Enoch Powell

Scarica gratis il tuo bonus!

Inserisci la tua mail per ricevere i primi due capitoli
del nostro programma in 21 Giorni

Non ti preoccupare… detestiamo lo spam quanto Te!

Ps. Ci interessa molto conoscere il tuo pensiero, quindi ti invitiamo a scriverlo qui sotto! Il confronto è sempre un’occasione di crescita! Grazie.