Questo articolo è stato aggiornato il 9 Gennaio 2022

La conoscenza di sé è la chiave del tuo personale successo. La famosa iscrizione greca “conosci te stesso” non potrebbe rappresentare consiglio più efficace per la tua felicità.

Gnōthi seautón Conosci Te stesso

Scritta sul tempio del Dio Apollo

Forse hai sempre pensato che il successo nella vita e la felicità dipendessero da altri fattori, se è così ci spiace dissentire perché la chiave del tuo personale successo o insuccesso dipende essenzialmente da quanto conosci te stesso/a. Ma entriamo nel vivo della questione.

La scoperta di sé stessi è la base.

La conoscenza di sé è la base di partenza per ogni cosa, maggiore è la conoscenza che hai delle tue capacità, delle tue difficoltà, dei tuoi obiettivi, ecc. migliore sarà l’approccio che avrai nella vita sotto tutti i punti di vista, dalla scelta scolastica a quella lavorativa, dalla scelta di un amico a quella del proprio partner affettivo, ecc.

Il processo che porta l’individuo alla conoscenza di sé combacia con tutto il periodo della sua vita, in ogni momento e attraverso qualsiasi relazione, hai la possibilità di progredire in un continuo work in progress.

Andare sulla luna, non è poi così lontano. Il viaggio più lontano è quello all’interno di noi stessi.
(Anaïs Nin)

Le relazioni interpersonali nella conoscenza di sé

Nel processo di conoscenza di sé, assumono un ruolo fondamentale le relazioni interpersonali che hai instaurato e continui a tessere nella tua esperienza di vita. Tutte le tue esperienze relazionali, partendo dall’ambito familiare fino ad estendersi a quelle scolastiche, sportive, professionali, ecc., hanno avuto/hanno un ruolo nel determinare l’immagine di te oggi, sotto tutti i punti di vista.

Più questa immagine è positiva maggiore sarà il tuo livello di autostima, il grado di soddisfazione e l’atteggiamento nei confronti delle persone e della vita; di conseguenza aumenterà il tuo spirito d’iniziativa, la capacità di affrontare gli ostacoli, la capacità di costruire relazioni professionali e personali sane e stabili.

Purtroppo però, (non possiamo non essere realistici) questo circolo virtuoso non si attiva in modo così perfettamente nitido, di conseguenza l’essere umano si trascina il peso di immagini di sé per niente costruttive che in alcuni casi finiranno per condizionarlo tutta la vita. Basti solo pensare al ruolo significativo che le relazioni hanno sulla crescita e lo sviluppo del bambino.

Ci sono solo due lasciti inesauribili che dobbiamo sperare di trasmettere ai nostri figli: delle radici e delle ali.
(Harding Carter)

La conoscenza di sé nel gioco del rispecchiamento

Gli adulti infatti funzionano un po’ come degli specchi riflettenti che quotidianamente rimandano un’immagine da cui le persone ottengono, a seconda delle situazioni, risposte positive o risposte negative.

Per un bambino queste immagini rappresentano dei punti di riferimento per iniziare il percorso di conoscenza di se stesso e questo potenzialmente avrà una grande influenza nella sua vita. Se l’immagine riflessa è positiva il bambino tenderà a conformarsi ad essa per ottenere approvazione, sostegno, cura, ecc. al contrario ad un’immagine negativa, istintivamente cercherà di non conformarsi ad essa per evitare punizioni, disapprovazione, ecc.

In ogni caso, da questi continui rimandi esterni, il bambino creerà un’immagine di sé con la quale inizierà a fare la sua personale esperienza nel mondo, tentando inconsapevolmente di confermarla, spesso anche se è negativa. A tal proposito sono significativi gli studi e le ricerche sul ruolo delle aspettative ed il fenomeno conosciuto come: Effetto Rosenthal o Effetto Pigmalione.

La conoscenza di sé: un continuo work in progress.

L’adulto continua la sua evoluzione in questo meccanismo di conoscenza di sé stesso attraverso l’altro, spesso in modo più consapevole ma altrettanto importante al fine della propria crescita personale. Ecco perché a qualsiasi età e in qualsiasi ruolo, il confronto con l’altro è fondamentale.

Inoltre, non potendosi esimere da questo inevitabile “gioco di rispecchiamento” che caratterizza le relazioni interpersonali, diventa fondamentale per qualsiasi individuo aumentare il livello di consapevolezza di sé al fine di essere maggiormente coerente con ciò che pensiamo di essere e ciò che siamo!

Ciò che conosciamo di noi è solamente una parte, e forse piccolissima, di ciò che siamo a nostra insaputa.

(Luigi Pirandello)

Conoscenza di sé e il ruolo dei condizionamenti

A questo proposito dobbiamo ritornare su un argomento “spinoso” ma che gioca un ruolo notevole nel decidere chi sarai nella vita: i condizionamenti mentali esterni.

Eh già, perché per un certo periodo della tua esistenza anche tu sei stato un bambino (forse non lo ricordi più!!) e quindi hai subito (come tutti del resto) in modo inconsapevole i condizionamenti che provenivano dal mondo esterno e che ti rimandavano l’immagine che gli altri avevano di te, la base su cui hai costruito la tua personale valutazione di te stesso. Alcuni di questi condizionamenti, hanno generato delle credenze e convinzioni così potenti in te che pur non sentendone direttamente il peso ne subisci le conseguenze, limitandoti o impedendoti di raggiungere nuovi risultati.

Il ruolo della meditazione nella scoperta del vero Sé

Abbiamo visto come le relazioni interpersonali giochino un ruolo determinante nella conoscenza di sé e nel proprio personale percorso di consapevolezza ma esiste un altro strumento molto importante per accedere ad una conoscenza di sé più intima e profonda: la meditazione.

La meditazione, conosciuta e praticata per i suoi innumerevoli benefici sul nostro organismo a 360 gradi, raggiunto un determinato livello di consapevolezza, si può diventare un ottimo strumento di conoscenza del vero Sé.

La fonte di vita dell’uomo è la meditazione. Ne puoi essere consapevole o no, lo puoi sapere o meno, ma la meditazione è il tuo nucleo interiore. Ciò che si cela dietro al respiro, ciò che si cela dietro il pulsare del cuore, tu sei solo meditazione, nient’altro che meditazione. Osho

In conclusione

La profonda conoscenza di Sè rappresenta al contempo la meta ma soprattutto il viaggio in questa vita, un viaggio che inizia nel momento in cui nasciamo e che continua fino all’ultimo giorno su questa Terra. Un percorso affascinante determinato dall’interazione con gli altri e soprattutto con noi stessi. Un viaggio che possiamo fare attraverso a diversi livelli di consapevolezza ma dal quale non possiamo sottrarci se desideriamo vivere un’esistenza degna di tal nome.

Se ti è piaciuto il nostro articolo ISCRIVITI alla nostra newsletter, riceverai da subito 2 OMAGGI di benvenuto, informazioni utili e pratiche per la tua crescita e i nostri aggiornamenti (per non perderti le novità!!!!)

 

Iscriviti e ricevi gratuitamente 10 Passi (e-book) e la meditazione Yoga Nidra

Iscrivendoti a questo programma acconsenti ad essere inserita/o nelle nostre mailing list, accettando la Policy Privacy. Abbiamo cura dei tuoi dati, potrai modificarli o cancellarli in qualsiasi momento…

* campi richiesti
Qui puoi visionare la Policy Privacy

Non ti preoccupare… detestiamo lo spam quanto Te!

Ps. Ci interessa molto conoscere il tuo pensiero, quindi ti invitiamo a scriverlo qui sotto! Il confronto è sempre un’occasione di crescita! Grazie.

Questo sito è gratuito e senza pubblicità!

Come avrai potuto notare tutti i contenuti sul nostro blog sono al 100% gratuiti e senza di banner pubblicitari.

Hai capito bene…nulla ti disturba nelle lettura!

È una scelta consapevole, per rendere la meditazione e la crescita personale  alla portata di tutti e offrirti una migliore esperienza di navigazione.

Contiamo sull’aiuto dei nostri lettori per continuare a mantenere attivo il nostro portale, producendo sempre più articoli e risorse sulla meditazione e la crescita personale.

Ecco come puoi sostenerci:

  • Acquistando il nostro programma “Prendi in Mano la Tua Vita”
  • Iscrivendoti alla nostra newsletter
  • Commentando e condividendo i nostri contenuti
  • Usando i link delle risorse per approfondire gli argomenti degli articoli