Questa guida è stata aggiornata il

La sofferenza d’amore, una vera e propria battaglia da affrontare preparati, scopri le strategie più efficaci per riconquistare nuovamente fiducia nell’amore.

Abbi fede nell’amore anche quando ti fa soffrire. Non chiudere il tuo cuore.

Rabindranath Tagore

E’ inutile nasconderlo, quando si sta soffrendo per amore sembra impossibile che tutto il buio in cui siamo finiti ad un certo punto si dissolva per lasciare posto nuovamente alla luce…eppure è esattamente ciò che accade (almeno nella maggioranza dei casi). Ed è proprio dalla sofferenza d’amore che può scaturire una nuova energia e una nuova versione di te stesso/a. 

Niente è per sempre…tutto cambia e si trasforma, anche il dolore. 

La sofferenza d’amore: utili strategie

Come abbiamo visto nel precedente articolo la fine di un amore viene rielaborato in 5 fasi,un processo complesso estremamente soggettivo. Ora vedremo insieme come superare il mal d’amore, perché se di battaglia si tratta, allora diventa utile affrontarla con le armi giuste

Vediamo insieme quali sono le strategie più efficaci per superare il mal d’amore. 

Strategia 1: Rivaluta oggettivamente la situazione

Solitamente uno dei primi errori che si compie, appena si viene lasciati, è proprio quello di valutare la situazione in modo troppo soggettivo, ancora offuscati dal ricordo vivo dell’altro/a. La persona che sta soffrendo tende a ricordare solo le cose piacevoli, gli aspetti positivi del ex partner, talvolta rischiando di sopravvalutare, proprio perché non si hanno più o perché si pensa di non ritrovarli in un’altra persona. 

La cosa più utile da fare invece è quella di valutare la situazione in modo oggettivo, sia la relazione sia l’ex partner, prendere coscienza degli aspetti positivi ma anche di quelli che non funzionavano. 

La rivalutazione oggettiva della situazione si dimostra una carta vincente per superare la sofferenza d’amore. 

Strategia 2: Evita di diventare l’unico capro espiatorio

Un altro utile consiglio è quello di evitare di assumerti tutte le responsabilità della fine della relazione, nel vano tentativo di cercare un colpevole. Ogni storia d’amore è il frutto della relazione tra due persone, delle loro scelte e delle loro azioni. In alcuni casi sembra semplice trovare un colpevole ma in realtà esiste sempre una duplice responsabilità, anche se all’inizio non si è così disposti a vederla. 

Il consiglio migliore è quello di evitare di affogare nei sensi di colpa e di partire dal dato di fatto: il rapporto è terminato. 

Per quanto sia dura ammetterlo, anche gli amori più intensi talvolta finiscono e quando accade c’è un motivo che spesso le persone (almeno inizialmente) non riescono a percepire ma il tempo sa dare tutte le risposte, occorre solo lasciarlo agire. 

Il vero amore è l’accettazione di tutto ciò che è, è stato, sarà e non sarà.

Khalil Gibran

Strategia 3: Accetta i sentimenti che provi

L’amore che si è provato per l’altra persona non svanisce da un momento all’altro, quindi è naturale nutrire sentimenti positivi nei confronti di colui/colei che ora ci causa così tanto dolore. 

Spesso le persone si vergognano per ciò che provano, spesso sentimenti contrastanti in un primo periodo, ma in realtà si tratta di una situazione del tutto normale (se il sentimento era vero) ma soprattutto transitoria. 

Imparare a lasciar andare sentimenti e situazioni dolorose non è semplice e spesso non è facile farlo in modo razionale. A tal proposito potrebbe essere utile lavorare ad un livello più profondo con la meditazione che accompagna l’individuo in un percorso di rielaborazione interna della propria sfera emotiva.

I dolori, le delusioni e la malinconia non sono fatti per renderci scontenti e toglierci valore e dignità, ma per maturarci.

Herman Hesse

Strategia 4: Vivi il presente

Impara ad affrontare un giorno alla volta, ci saranno giorni in cui ti sentirai meglio e altri in cui ti sentirai nuovamente sprofondare nel buio profondo. E’ una cosa assolutamente normale mai come quando si parla di sentimenti, niente è lineare e semplice. Ma se impari a vivere il presente per quello che ti dona, ritroverai a poco a poco motivi per sorridere, per amare la vita, per ringraziare e dolcemente tornare a essere felice. Tutto nella vita si trasforma, anche il dolore che stai provando…nonostante il tuo cuore ora non sia in grado di accettarlo, tu amerai nuovamente ed è proprio nella capacità di amare che risiede la tua forza. 

Strategia 5: Innamorati di te stesso/a

Le persone di fronte ad una relazione che termina pensano al sentimento perduto solo nei termini di ciò che ricevevano, in realtà l’amore non le ha abbandonate, è ancora in loro

La capacità d’amare, che prima era direzionata soprattutto verso il partner, ora andrebbe ridirezionata verso se stessi/e o ai propri cari (l’affetto che ci arriva da color che ci amano è veramente vitale in certi momenti della vita). 

E’ naturale ed umano provare (soprattutto all’inizio) sentimenti di smarrimento, inadeguatezza, solitudine perché la situazione è totalmente cambiata e lo stile di vita va lentamente reimpostato. Ma questo non ci deve abbattere, perché la vita continua e ci sta solo chiedendo uno sforzo. 

Quando la vita ti mette di fronte ad un dolore…ti sta spronando perché ha in serbo per te qualcosa di più grande!

M.i.C.

Ecco perché è importante ritornare a prendersi cura di se stessi, sia dal punto di vista fisico: per esempio curare il proprio aspetto, dedicarsi ad un’attività che avevamo abbandonato, fare un viaggio, dedicarsi delle coccole non sono segni di superficialità ma le ferite del tuo cuore vanno curate. 

Dedicarsi a se stessi ha un grande risvolto anche sul piano psicologico: la persona lentamente ritrova fiducia in se stessa, la voglia di andare avanti e scopre che là fuori c’è ancora vita e amore. 

Strategia 6: Prendere le distanze

La fase iniziale della sofferenza d’amore porta colui/colei che è stato abbandonato a tentare di mantenere i contatti con l’ex partner da un lato perché non si è ancora pronti per accettare la realtà dell’avvenuta separazione dall’altro perché si tenta di negoziare per riaverlo con sé. 

Questo però non fa che aumentare il dolore e rallentare il processo di presa di coscienza della situazione. Una strategia utile è invece quella di prendere il più possibile le distanze dall’altro/a, talvolta può risultare utile separarsi anche dagli oggetti che hanno un valore affettivo. Solo una volta elaborato il lutto affettivo le due persone potranno instaurare un rapporto d’amicizia ma all’inizio è altamente sconsigliabile.

Strategia 7: Sì alle novità

Nella battaglia contro la sofferenza d’amore si dimostra molto utile cambiare area e ambiente. Aprirsi a nuove attività e frequentare ambienti diversi oltre ad impegnare la persona in qualcosa di gratificante, permette di creare un terreno fertile per la nascita di nuove relazioni (non necessariamente d’amore) che potrebbero rivelarsi valide e significative un domani. 

Per concludere

Sicuramente non esiste una ricetta uguale per tutti, certo è che la sofferenza d’amore non si placherà mai se continui ad opporre resistenza al cambiamento che la vita ti offre. 

Nella normalità dei casi nessuno desidera e ricerca la sofferenza ma quando arriva, per quanto strano e assurdo ci possa sembrare, ha sempre uno scopo positivo

Se la relazione d’amore è terminata, indipendentemente dalle cause e dalle responsabilità, significa che era giusto così. Solo il tempo sarà in grado di dare le risposte che si ricercano oggi e solo il tempo ti permetterà di unire i puntini e capire che doveva essere proprio così. 

Non rimpiango le persone che ho perso col tempo, ma rimpiango il tempo che ho perso con certe persone, perché le persone non mi appartenevano, gli anni sì.

Carl Gustav Jung

Scarica gratis il tuo bonus!

Inserisci la tua mail per ricevere i primi due capitoli
del nostro programma in 21 Giorni

Non ti preoccupare… detestiamo lo spam quanto Te!

Ps. Ci interessa molto conoscere il tuo pensiero, quindi ti invitiamo a scriverlo qui sotto! Il confronto è sempre un’occasione di crescita! Grazie.

IMPORTANTE! Come avrai potuto notare il nostro blog è privo di pubblicità! Hai capito bene…nulla ti disturba nelle lettura. Noi autofinanziamo totalmente il nostro lavoro ma ti chiediamo un piccolo aiuto…condividi e commenta questo articolo! Grazie.