Quanto sarebbe bello se…

//Quanto sarebbe bello se…

Quanto sarebbe bello se…

Quanto sarebbe bello se…oggi potessimo fare un passo avanti e crescere, per un giorno solo smettere di occuparci della crisi, della politica, dei social network, ecc… e occuparci di una di quelle cose che realmente ci dovrebbe interessare: la nostra alimentazione. Vi siete mai chiesti che cosa mangiamo ogni giorno?

Cibi privi di ogni sostanza viva, cibi sofisticati, adulterati, cibi morti, trattati, pieni di pesticidi e quant’altro di più dannoso alla nostra salute; visto che l’opinione pubblica e le aziende non si occupano mai di questi argomenti è bene che ognuno di noi lo faccia cominciando a mettere in discussione tutto quello che finisce nel nostro stomaco. Allora cominciamo da qui: quanti di voi si sono chiesti qual è il livello di qualità dei cibi introdotti nelle mense, da quelle scolastiche a tutte le altre? Cosa siamo costretti a mangiare ogni giorno, senza nemmeno chiederci quanto siano effettivamente nutrienti o almeno quanto poco siano dannose? Ci pensate a cosa mangiano i bambini ogni giorno, a partire da quelli molto piccoli in età da asilo nido? Credetemi che vale davvero la pena dedicare più di un pensiero a questo argomento… e cercare di ottenere maggiori informazioni riguardo a quello che succede nella cucina.

Allora quanto sarebbe bello se oggi, tutti insieme potessimo modificare il nostro schema mentale e chiedere di mangiare cibi ottimi, di qualità, biologici, non sofisticati, freschi, non trattati, conservati ed impacchettati nel modo corretto… ecc… nelle mense, non solo occasionalmente negli agriturismi o in qualche ristorante, ma ogni giorno? Che conseguenza potrebbe avere questa richiesta? Tanto per cominciare la nostra salute migliorerebbe, il nostro umore al lavoro sarebbe più elevato, sarebbe meraviglioso gustare un piatto davvero ottimo sotto il punto di vista nutrizionale, sentirsi più leggeri. Ma non solo… per preparare cibi freschi, non precotti o inscatolati, sarebbe necessario più personale, con una migliore e più vasta preparazione in materia…si creerebbe persino qualche posto di lavoro in più!

Magari il costo del pasto potrebbe essere un po’ più elevato (o magari no!!!), ma che bello sarebbe se i nostri figli imparassero fin dall’età più tenera a distinguere un filetto di tonno da un tonno inscatolato, a distinguere i sapori delle verdure biologiche fresche di stagione cotte magari a vapore, a gustare diversi tipi di formaggi della zona dove si vive, frutta non trattata con gas o quant’altro si possa immaginare; pensate si potrebbe dare spazio alla biodiversità, ai km zero, ai prodotti locali, rivalutare i piccoli produttori che coltivano la terra rispettando la natura, allevano gli animali con passione lasciando da parte per una volta il puro profitto ma occupandosi soprattutto del benessere dell’animale, lasciato libero; ci sarebbero meno imballaggi, meno spazzatura… Quanto sarebbe bello questo mondo!! Pensate a quanti meravigliosi cambiamenti potrebbero nascere da una semplice richiesta… e poi ci verrebbe magari anche la voglia di provare a sentirci di nuovo parte del ciclo della vita, a mettere un seme nella terra, curarlo e amarlo fino a vedere spuntare una piantina che ricambierà le nostre cure donandoci i suoi frutti… per aiutarci a ricordare che è la natura con il suo ciclo vitale a nutrirci, non i supermercati!!

Allora quanto sarebbe bello se oggi tutti potessimo fare questa piccola richiesta e mettere in moto un enorme catena che cambierebbe la nostra vita!

Tu cosa ne pensi? Un tuo commento qui sotto sarebbe gradito. Grazie!

By |2017-12-19T17:02:48+00:00giugno 21st, 2014|Alimentazione|0 Comments

About the Author:

Daniele
Frase preferita Hai sempre una penna per scrivere il fututo, ma mai una gomma per cancellare il passato. Albert Einstein

Leave A Comment